Spedizioni in 24/48h| Spediamo Gratis oltre 70€| -10% iscrivendoti alla newsletter | Affetta Tartufi OMAGGIO oltre i 180€

Blog

Blog

Tagliolini, uova e formaggio: cosa hanno in comune questi tre cibi? Vanno d’accordissimo con il signore dei tartufi: ovvero il nostro magnifico Tartufo Bianco Pregiato. Il “Tuber magnatum” di cui vi abbiamo già parlato in lungo e in largo qui, è una delizia per gli occhi e il naso, ma soprattutto lo è per il palato. Degnamente accompagnato e preparato, infatti, il signore dei Tartufi è capace di farvi salire su una stella e godere di impensabili vertigini di gusto. Non ci credete? Bene, allora noi vi mettiamo sul piatto tre ricette da provare insieme al nostro Tartufo Bianco e poi ne riparliamo.

Tagliolini, il primo amore

Iniziamo con i “Tagliolini al Tartufo Bianco”, un grande classico del periodo invernale e capace di unire in una combo da leccarsi i baffi la pasta fresca e il fungo ipogeo – sì, il Tartufo Bianco è un fungo ipogeo – più buono che ci sia. La ricetta è molto semplice, gli ingredienti sono essenziali e con un po’ di pratica riuscirete a preparare un primo piatto davvero notevole. La sequenza è facile, cuocere la pasta e grattugiare una parte di tartufo da unire al burro. Ecco in dettaglio tutti i passaggi necessari. In una pentola fate bollire molta acqua, salate e lessate al dente i taglioni freschi. Mentre la pasta cuoce, prendete uno spazzolino e pulite il tartufo banco. Altrimenti potete sempre strofinarlo con un telo umido: questo eliminerà eventuali residui di terra. A questo punto metà grattugiatelo e l’altra lasciatela per il gran finale. In una padella fate sciogliere il burro, unite il tartufo grattugiato e quando la pasta è cotta, scolatela e versatela nella padella dove ad aspettarla c’è il tartufo ben imburrato. Aggiungete una copiosa spolverata di parmigiano grattugiato e lasciate insaporire mescolando con un cucchiaio di legno. Preparate i piatti e via, una volta serviti coprite il tutto con una pioggia di lamelle di tartufo.

Essenziale, eccezionale: con le uova la combinazione è perfetta

Secondo piatto o antipasto, ma anche quello che volete: ecco le uova al tartufo. Soluzione veloce, gustosa e di facile preparazione, questa ricetta è un vero e proprio piatto gourmet: l’abbinamento è infatti di quelli da leccarsi i baffi e potrete anche sbizzarrirvi a cucinare l’uovo come meglio preferite. In camicia, strapazzate o nella classica frittata: la combo stellare è servita. Cosa tenere a mente? Il Tartufo Bianco va aggiunto solo a fine cottura e direttamente sul piatto di portata perché non deve cuocere. Tornando alle diverse versioni, a noi piace soprattutto quella nel tegamino, il classico “occhio di bue”. I passaggi da seguire sono pochi: far fondere il burro a fuoco basso in una padella antiaderente, sgusciarci le uova ben distanziate, cuocere a fiamma dolce per max tre minuti se volete il tuorlo morbido, un minuto in più se lo volete più sodo. Impiattare, condire le uova con un pizzico di sale, del pepe e poi giù con abbondanti scaglie di tartufo.

Chi va piano…fa una fonduta da urlo!

Chiudiamo in bellezza con una bella Fonduta valdostana al tartufo bianco. La ricetta richiede un po’ di pazienza (2h e 30 min) e per 4 persone occorrono 400 gr di fontina dop, 200 gr di latte, 20 gr di burro, 4 tuorli, pane casereccio e tartufo a volontà. Procediamo! Tagliamo il formaggio a dadini, poi lo sistemiamo in una ciotola con il latte. Lo lasciamo ammorbidire per 2-3 ore in frigo ben coperto con la pellicola. Sciogliamo il burro in una casseruola e uniamo la fontina ammorbida con il latte. Mettiamo il pentolino sul fuoco a bagnomaria finché il formaggio non cominci a filare. Questo è il momento di aggiungere i tuorli: uno alla volta e mescolando prima di procedere col successivo. L’amalgama è tutto! Mescolate e continuate a cuocere fin quando la nostra fonduta smette di filare e diventa cremosa. Ci siamo quasi. Tostate qualche fettina di pane, servirà ad accompagnare la fonduta che andremo a impiattare prima di lasciarci cadere sopra il tocco magico: le lamelle di tartufo bianco.

Acquista online

Entra nel nostro SHOP per acquistare online, in modo sicuro, i prodotti legati a quest’articolo.

A partire da 78,00

Il Re della Tavola per eccellenza, il Tartufo Bianco è il più pregiato e costoso tra tutti i tartufi, il suo aroma è inconfondibile e particolarmente intenso e delicato allo stesso tempo. Viene raccolto in autunno fino a tutto dicembre. La pezzatura è mista, parte da circa 10g fino a un massimo di 50g.
N.B. Il prezzo del prodotto fresco è spesso soggetto a variazioni non prevedibili e l’utente potrebbe notare oscillazioni al rialzo o al ribasso

17 recensione(i)
18,90 15,12

Il giusto accessorio per affettare tartufi freschi, surgelati o in salamoia.

Questo affetta-tartufi ha una lama ondulata che può essere regolata a seconda dello spessore che si vuole ottenere.

È prodotto in Italia, completamente in acciaio inox.

14 recensione(i)
Share this post

Leave your thought here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *